I guanti parlanti by Enrico B. (Ts)

419

Due studenti hanno inventato i guanti “parlanti” che traducono la lingua dei segni.
Navid Azodi e Thomas Pryor della Washington University hanno brevettato un software capace di trasformare in testo o in voce i gesti del linguaggio dei segni, ed hanno vinto 10 mila dollari.

La loro idea si chiama “SignAloud” e consiste in un software che mette in collegamento i guanti con un computer centrale che sintetizza i movimenti traducendoli in parole e frasi. Il collegamento avviene via wifi o bluetooth, rendendo così ancora più agevole l’uso delle braccia. In pratica basta indossare i guanti e muovere le mani secondo il linguaggio dei segni: il computer tradurrà in maniera istantanea quello che si sta dicendo.

Continua a leggere qui.

Fonte : Startupitalia
L’articolo pubblicato sul sito di Startupitalia è di Lorenzo Grighi

4
·


Related Articles & Comments

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Idea positiva