Cari genitori, godetevi la partita by Raffaele Bumotich (PL)

1531

Da Ex arbitro dilettantistico e genitore vorrei segnalare come alcune società sportive (non solo calcio, ma anche basket, tennis, rugby) abbiano iniziato un percorso di ri-educazione dei genitori un po’ troppo tifosi.

Spesso infatti sono proprio i genitori che con il loro comportamento non troppo sportivo creano situazioni di disagio e imbarazzo ai piccoli atleti, alle società e agli arbitri stessi. Ecco riportato un esempio che ho visto appeso e che testimonia un bel grado di serietà della società che lo ha proposto!

Consigli per il genitore a bordo campo

1- L’allenatore allena. L’arbitro arbitra. Tu divertiti ! Il tuo compito è sostenere la squadra e tuo figlio, ed incitarlo a migliorarsi, quindi non pensare ai consigli tecnici e goditi la partita

2- Non c’è partita senza due squadre. Non c’è gioco senza avversari. Divertiti e applaudi più forte che puoi !

3- La partita inizia nello spogliatoio, continua in campo e finisce con la doccia. Cerca di rispettare questi momenti e lascia che tuo figlio si viva il gruppo !

4- La panchina non è una sconfitta ma il punto di partenza. Non discutere le scelte dell’allenatore. Spiega a tuo figlio che l’impegno in allenamento premia sempre e che arriverà il suo momento

5- La partita è la verifica dopo una settimana di allenamenti. Impara a cogliere i miglioramenti della squadra e di tuo figlio e non pensare solo al risultato. Non importa se “ha vinto” o se “ha perso”, pensa solo che “OGGI SI E’ DIVERTITO”.

Autore: Raffaele Bumotich (PL)

Fonte: http://www.romagnamamma.it/2015/02/un-cartello-must-bordo-campo-cari-genitori-godetevi-la-partita/
http://milano.repubblica.it/dettaglio/i-bambini-della-scuola-calcio-ai-papa-non-rovinateci-il-piacere-di-giocare/1780300

10


Related Articles & Comments

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Idea positiva